Manifestazioni

16° Memorial Spadino ed è quella del 19 aprile 2015

Posted by Birubiru on April 07, 2015
CIM, Manifestazioni / No Comments

La data è stata fissata per il 16° Memorial Spadino ed è quella del 19 aprile 2015.

Alle ore 9.30 l’apertura del piazzale Grivel (Piazzale Ex Patinoire) a Courmayeur, Valle d’Aosta.

Dalle ore 11.00 aprirà il servizio di ristorazione presso il Centro Servizi vicino agli impianti sciistici con costi convenzionati dal Coordinamento Italiano Motociclisti.

Alle ore 14.00 avrà inizio la cerimonia di commemorazione di Pier Lucio Tinazzi più noto come “Spadino”.

Alle ore 14.30 sarà a disposizione dei motociclisti che parteciperanno un rinfresco offerto da GEIE (Società che gestisce il tunnel del Monte Bianco).

Per i “motards” amici della FFMC il tunnel sarà gratuito  in occasione dell’evento: un grazie per la loro gradita e costante presenza!

Speriamo che i motociclisti italiani partecipino numerosi a questa commemorazione, che vuole ricordare lo spirito di solidarietà dimostrato da Pierlucio Tinazzi, detto Spadino, quando il 24 Marzo 1999 si impegnò cercando di aiutare le persone intrappolate da un incendio nel tunnel del Monte Bianco, perdendo la vita in questo gesto.

Ci auguriamo che sappiate distinguere un raduno da una commemorazione, che vogliate partecipare anche se non è più al piazzale del tunnel ma a Courmayeur, anche se per cause di forza maggiore abbiamo dovuto spostare la data della manifestazione a metà Aprile.

Riusciranno i motociclisti italiani a capire che la sostanza di questa commemorazione non cambia, anche se ci si sposta di qualche centinaio di metri dal luogo dove si è tenuta la manifestazione per quattordici anni, anche se la data è stata spostata di qualche settimana rispetto al solito?

Oppure resteranno imprigionati dalla apparenza, ritenendo che averla spostata di qualche centinaio di metri e di un paio di settimane stravolga il concetto della manifestazione.

A noi sarebbe piaciuto potere mantenere data e luogo, ma il traffico generato dalla manifestazione era diventato ingestibile sul piazzale del tunnel. Per noi questa commemorazione era troppo importante per rinunciarvi, per noi la sostanza della manifestazione è ricordare quanto è avvenuto, e può essere fatto anche a qualche centinaio di metri di distanza e un paio di settimane dopo.

Chi saprà cogliere il vero senso della manifestazione vorrà partecipare comunque: vi aspetteremo per salutare ancora una volta con i caschi alzati.

Ogni motociclista porti un fiore!

IN ALTO i caschi!

Marco Polli Presidente del Coordinamento Italiano Motociclisti

Flattr this!

Tags: , , , ,

Non siamo soli! – Roma Blocco Motoveicoli Euro 0/1

Posted by Birubiru on October 18, 2012
Generale, Manifestazioni, Notizie / 1 Comment

Riportiamo il comunicato del CIM

Come abbiamo sempre sostenuto, solo uniti potremo fare qualcosa. Non siamo i soli a pensarlo, anche FMI (Federazione Motociclistica Italiana) ed ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo e Accessori)  la pensano in questo modo. Possiamo quindi dire ai motociclisti romani “Non siete da soli!”

E’ stata così realizzata una lettera per il Comune di Roma, firmata da ANCMA, FMI e CIM, dove viene ribadita la necessità di ritirare il provvedimento di blocco per la circolazione per i motoveicoli a quattro tempi Euro 1.

Quello che ritengo sia importante è come tre associazioni, diverse tra di loro ma unite per l’interesse per il mondo del motociclismo, abbiano saputo e voluto riunire le voci per comunicare, in modo rispettoso ma deciso, il loro dissenso per una decisione che non riesce ad avere motivazioni valide.

La riduzione dell’inquinamento sarebbe inesistente, se gli appiedati volessero usare i mezzi pubblici, questi collasserebbero per l’aumento enorme dei passeggeri. Per riuscire a muoversi allora si dovrebbero usare altri veicoli, magari autovetture, creando un aumento del traffico, ingorghi e maggior inquinamento.

Oppure si dovranno continuare ad usare i motoveicoli Euro 1, anche se non si potrebbe, commettendo così una infrazione.

Anche in questo caso ritornerebbe un concetto già visto in altre situazioni: leggi pensate male portano solo ad “indurre in infrazione”.

Coordinamento Italiano Motociclisti  (stampaatcim-portaledotit)  
Ufficio Stampa  (stampaatcim-portaledotit)  

Ecco la lettera inviata al Comune di Roma

Fonte: CIM http://www.cim-fema.it

Flattr this!

Domenica 23 Settembre: la protesta dei motociclisti

Posted by Birubiru on August 15, 2012
Manifestazioni / No Comments

Il Coordinamento Italiano Motociclisti chiama a raccolta i cittadini in moto contro l’imposizione del pedaggio sullo Stelvio e contro la liberta’ di gabella sui passi alpini.

 

Nonostante le proteste che si sono alzate da molte parti, la Provincia Autonoma di Bolzano guidata da Luis Durnwalder ha proseguito sulla propria strada: dal 2013 il versante altoatesino del Passo dello Stelvio sarà a pedaggio.

 

Per il Coordinamento Italiano Motociclisti si tratta di una scelta sbagliata ed inaccettabile. Soprattutto perchè questo pare essere solamente la prima di tante possibili gabelle: dopo lo Stelvio dovrebbe toccare a Gardena e Sella, facendo diventare quindi a pagamento il famoso ‘Sellaronda’.

Ritrovarsi in un Paese dove ogni Ente Locale può arrogarsi il diritto di sottoporre a gabelle gli utenti della strada avrà inoltre ricadute negative dal punto di vista economico e turistico. A parere del Coordinamento Italiano Motociclisti, inoltre, le imposizioni a carico degli automobilisti e motociclisti, introitate da Stato ed Enti Locali italiani (accise ed Iva sui carburanti, imposta sulle assicurazioni, tassa di proprietà etc.), hanno già raggiunto un livello insopportabile, che di fatto sta provocando il crollo del mercato delle immatricolazioni di auto e moto, con gravi ricadute in ambito produttivo ed occupazionale.

Il Coordinamento Italiano Motociclisti, che sta già raccogliendo adesioni alla propria petizione online ha quindi deciso di organizzare un evento di protesta proprio in cima allo Stelvio: DOMENICA 23 SETTEMBRE 2012, e dà appuntamento, dalle 9:30 alle 16:00 a tutti i Cittadini In Moto che vogliano far sentire la propria voce presso il GAZEBO del CIM che sarà montato per l’occasione proprio in cima al Passo più alto d’Italia.

In questa occasione si parlerà anche del problema dei pedaggi autostradali, che equiparano le motociclette alle autovetture malgrado ci siano sostanziali differenze differenze di servizi disponibili per i motociclisti rispetto agli automobilisti. La situazione è analoga a quella che sarà presente sullo Stelvio, dove autovetture e motociclette dovranno pagare lo stesso pedaggio, malgrado l’utilizzo della strada da parte delle due categorie sia sostanzialmente differente.

Coordinamento Italiano Motociclisti
Ufficio Stampa

Flattr this!

Mondo In Moto 2012, Pognano (BG), 22 aprile 2012

Posted by atrent on April 17, 2012
Manifestazioni / 1 Comment

Come di consueto saremo a “Mondo In Moto” questa domenica (non avremo lo stand ma interverremo alla conferenza), vi aspettiamo!

http://mondoinmoto.altervista.org

Flattr this!

C HANNO ROTTO!!!

Posted by tama on January 12, 2012
Manifestazioni / 23 Comments

Ormai è certo che le moto euro-O 4 tempi non potranno circolare nella nuova area C di Milano, così come riferito anche da ADN Kronos, Motociclismo, Moto.it e dal call center 0202002. Quello che doveva essere un provvedimento contro la congestione del traffico si rivela per ciò che è davvero: la solita presa in giro pseudo-ecologica per accontentare gli elettori e danneggiare i soliti noti, in barba ai dati (quelli reali, rilevati, non le stime, i conti, i numeri dati a caso dalle agenzie che dipendono da chi vuole i blocchi del traffico). Non si può pensare di combattere la congestione del traffico bloccando le moto. E non si può neanche pensare di applicare un pedaggio alle moto, che già pagano troppo rispetto agli altri e rispetto ai servizi offerti in tema di infrastrutture e sicurezza.

Uniamoci e organizziamo al più presto una manifestazione di protesta. I taxisti si incazzano e vengono ascoltati, i farmacisti si incazzano e vengono ascoltati, i residenti della zona 1 si sono incazzati e il Comune è tornato sui suoi passi: dobbiamo farci fregare un’altra volta? Aspettiamo che dopo le euro-O inizino a bloccare anche gli altri? Le nostre 2 ruote sono la nostra libertà e nessuno può pensare di toglierci la nostra libertà. Abbiamo già combattuto Regione Lombardia e Formigoni, e abbiamo vinto. Personalmente sarà un piacere fare lo stesso con Pisapia. Al più presto.

Tama

Flattr this!