Il Corriere alla crociata contro i motociclisti

Posted by tama on April 21, 2015
Generale

A Milano mancano i parcheggi per le moto e c’è sicuramente un problema di civiltà, che però non è legato ai conducenti di due ruote.

Al Corriere hanno pensato bene di prendere la palla al balzo con un articolo di Ilaria D’Amico (Amico forse delle mamme antismog) in cui si evidenzia il problema e si rilancia una bella crociata anti scooter e moto, perché da un po’ di tempo nessuno si prendeva la briga di farlo. D’altronde non paghiamo né Area-C né il parcheggio, possono farcela passare liscia i sostenitori del tutto vietato e niente gratuito?

Così si evidenzia, giustamente, come ci siano mezzi che ostacolano il passaggio dei pedoni o che invadano in marcia il loro spazio, ma questi mezzi sono solo scooter, ovviamente non si parla delle bici legate di traverso agli archetti o raggruppate intorno ai pali. E anche nella prima periferia, sui marciapiede ci sono solo moto, neanche un’auto…

Per calcare la mano si sottolinea come “L’impunità delle due ruote fa persino dimenticare che anche loro hanno un impatto sull’ambiente”, a dimostrare quanto i giornalisti negli ultimi 15 anni hanno capito niente di tutto quello che si è detto che anche le loro testate hanno scritto.

Ovviamente in uno scenario del genere non potevano mancare i Genitori anti-smog, che hanno avuto la bella pensata di chiedere anche di cancellare i parcheggi legali già presenti su alcuni marciapiede. Se c’è un problema perché cercare di risolverlo quando si può eliminare alla radice la causa con una bella purga staliniana di quelle che a lor signori frustrati piacciono tanto?

A concludere la carrellata di idiozie dice la sua anche un consulente di PUMS in vari capoluoghi (e questo dice tutto…) che considerando il tasso di incidentalià delle moto superiore di 88 volte a quello delle auto suggerisce di togliere il lasciapassare per le preferenziali: così hanno via libera tutte le auto e i pullman che sorpassano con la striscia continua!

Parafrasando l’articolo “la troppa libertà ha preso la mano”: sarà per questo che tutti quelli che hanno in testa un’idiozia prendono parola.

Flattr this!

Leave a Reply